Nosework – discriminazione olfattiva

Vi è mai capitato di lanciare un bastone al vostro cane, magari in mezzo ad altri simili, e di meravigliarvi nel vederlo riportarvi proprio quello? Per loro non c’è nulla di straordinario: scelgono, in base all’odore, il bastone che “sa di voi”.

In maniera molto semplice, il cane può imparare a riconoscere – e segnalarvi – uno o più odori specifici. Che siano essenze o esplosivi, per loro poco importa. E il lavoro di training che c’è dietro non cambia in base alla sostanza da individuare. Sì, occorre esattamente lo stesso lavoro perché il cane impari a segnalare una bustina di camomilla oppure delle sostanze illegali. La differenza è che la camomilla potete acquistarla al supermercato in tutta tranquillità, senza infrangere le leggi italiane. E no, non è una differenza da poco 😉
Quindi, se volete sentirvi un po’ come i protagonisti di film polizieschi, che trovano quell’unica borsa sospetta fra mille altre borse, e desiderate riproporre questa attività adattandola al vostro salotto, il nosework è quello che fa per voi.

nosework-discriminazione-olfattiva-clicker-training


Ma in pratica, di cosa si tratta? Di una semplice discriminazi
one olfattiva: il cane impara dapprima a riconoscere uno specifico target odoroso – un odore, come ad esempio l’essenza di cedro, oppure la lavando o ancora uno specifico the – poi a individuarlo fra molti altri più o meno simili e, infine, ad ispezionare una zona e a segnalarne la presenza. Le attività di olfattazione sono appaganti per la maggior parte dei cani e questa ben si adatta anche a piccoli spazi e a pomeriggi piovosi. Non solo, come la rally obedience, richiede pochissimo materiale ed è alla portata di tutti!

Questa attività può essere tarata anche per esigenze specifiche, insegnando al cane a segnalare una sostanza a cui si è allergici e a individuarla in momenti specifici. Ad esempio, se si è allergici alle arachidi, si può insegnare al cane a riconoscere proprio quell’odore e poi ad analizzare velocemente un piatto, per capire e indicarvi la presenza della sostanza nell’olio del condimento.

Ti sembra incredibile? In realtà, è molto semplice. Contattaci per un incontro conoscitivo gratuito e ti spiegheremo meglio come funziona :)